Mamuthones e Issohadores di Mamoiada06:34

  • 20,555 views
Published on 27 ottobre 2016

Video Mamuthones e Issohadores di Mamoiada: le maschere del carnevale sardo e di quello barbaricino in particolare hanno caratteristiche uniche, esse risalgono alla notte dei tempi e sono legate al filo doppio con i riti più arcaici e ancestrali della nostra terra. Si tratta di maschere che ci rimandano ai riti dionisiaci che si svolgevano nella Sardegna agropastorale di millenni or sono, riti  legati alla morte e alla rinascita della natura e che probabilmente sottendevano a veri e propri sacrifici umani. Tanto che la prima uscita dei Mamuthones e delle altre maschere sarde avviene per i Fuochi di Sant’Antonio, richiamando il ben più antico mito di Prometeo, che rubò il fuoco agli Dei per donarlo agli uomini. In realtà pare che questa data sia più recente e che la festa sia stata fatta slittare in avanti per non offuscare il Natale cristiano,  si crede infatti che in principio le maschere uscissero in dicembre per il solstizio d’inverno, quello che per i Celti era lo Yule e per i popoli nordici lo Jul.

Storia e origine dei Mamuthones:

Se volete approfondire maggiormente la storia dei Mamuthones di Mamoiada, vi rimando allo studio del’antropologa Dolores Turchi, che potete trovare sul sito della Pro loco di Mamoiada (trovate qui invece la descrizione dettagliata della maschera).

Per saperne di più invece sulle origini degli antichi riti di San’Antonio Abate in Sardegna e per scoprire il significato delle maschere etniche del carnevale barbaricino, vi rimando agli articoli su questo blog della studiosa di tradizioni popolari Simonetta Delussu.

Quando si possono vedere i Mamuthones?

I Mamuthones si possono spesso vedere durante l’estate nelle esibizioni che essi svolgono nelle località turistiche, ma se volete gustarvi appieno l’ atmosfera arcaica che circonda la loro danza, allora dovere recarvi al loro paese natale, Mamoiada. Tre gli appuntamenti più importanti:

Per il resto vi consiglio di consultare le pagine della Pro loco di Mamoiada e dell’ Associazione Culturale Atzeni-Beccoi.

Sempre a Mamoiada si può anche visitare il Museo delle Maschere del Mediterraneo, dedicato a Mamuthones e Issohadores certo, ma anche alle altre maschere sarde e a quelle, similari, delle altre nazioni che si affacciano sul “Mare Nostrum“.

Il video che vedete in questo articolo è stato invece pubblicato sul canale Youtube di Luciano Vettorato.

Dove dormire a Mamoiada:

Se volete recarvi a Mamoiada per assistere alle esibizioni dei Mamuthones e venite da lontano, vi consigliamo di dormire in paese, io ad esempio son tra quelli che al ritorno, la sera al buio, mi son perso nelle strade di montagna della Barbagia più profonda (ho ritrovato comunque la strada, ma un po’ ho dovuto girare). Ad ogni modo vi consiglio di prenotare mesi prima, perché diventa impossibile trovare posto all’ultimo.

Dove si trova e come arrivare a Mamoiada:

loading...
  • Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Ti è piaciuto questo video?
mamuthones-video
Chiudi il box!