corsa-degli-scalzi-manifesto-2016

Corsa degli Scalzi 2016 a Cabras: torna come ogni anno nel primo weekend di settembre l’appuntamento con la “Corsa degli Scalzi” di Cabras, siamo nel Sinis, subito a nord di Oristano.  Il 3 e 4 settembre 2016 quindi, ecco l’appuntamento con la “Corsa degli Scalzi“, evento fortemente identitario che per due giorni fa rivivere l’antico borgo di San Salvatore di Sinis, ma di cosa si tratta di preciso?

La Corsa degli Scalzi:

All’alba di sabato 9oo curridoris circa – vestiti con la tipica tunica bianca – , accompagnano il simulacro di San Salvatore da Cabras, di corsa e scalzi, fino al santuario del piccolo borgo di San Salvatore di Sinis. Lì la statua rimarrà fino alla sera di domenica, quando verrà riportata a Cabras, sempre dai curridoris a piedi nudi sui 7 chilometri di sterrato che separa le due località. Nel frattempo sarà grande festa, sagra del muggine inclusa. Si rievoca così l’uso degli abitanti del borgo di San Salvatore di mettere al sicuro il simulacro del Santo a Cabras durante le incursioni saracene.

Secondo la leggenda in realtà gli scalzi non erano esattamente a piedi nudi, pur non utilizzando calzature, essi pare usassero legare delle frasche ai piedi, allo scopo di sollevare più polvere possibile sugli sterrati polverosi del Sinis, sembrare così più numerosi e mettere in fuga il nemico invasore. Si dice che anche questo stratagemma contribuì a salvare il simulacro. 

Il Borgo di San Salvatore di Sinis:

E che i saraceni visitassero spesso San Salvatore di Sinis lo si evince anche dalle iscrizioni in arabo ritrovate nell’ ipogeo sotterraneo di origine pre-nuragica, sopra il quale venne costruito un tempio romano e dove ora sorge la chiesetta campestre di San Salvatore. C’è un altro aspetto, stavolta più di costume che riguarda l’abitato di San Salvatore di Sinis, piccolo borgo di cumbessias cresciute attorno alla chiesa secondo un uso che era già tipico dell’era nuragica (tutti i santuari nuragici avevano le loro cumbessias), negli anni ’70 infatti questo villaggio venne infatti scelto e riadattato per girarci dei film western all’italiana (guarda altre foto di San Salvatore di Sinis).

san-salvatore-di-sinis

San Salvatore di Sinis, prima che un incendio ne distruggesse la caratterizzazione western – photo credit: Omar Lugas, licenza

Programma della Corsa degli Scalzi 2016:

In attesa di conoscere il programma completo, eventi collaterali inclusi, questi sono gli appuntamenti principali della due giorni centrale della festa.

Sabato, 3 settembre 2016:

  • ore 6,30 – Cabras – Santa Messa nella pieve di Santa Maria Assunta di Cabras
  • ore 7,30 – Cabras – Corsa degli Scalzi: Dalla chiesa di Santa Maria di Cabras fino al santuario di San Salvatore di Sinis
  • ore 19,00 – Villaggio di San Salvatore – Sagra del Muggine arrosto,  il pesce verrà accompagnato dal vino cabrarese, mentre la serata sarà allietata dall’esibizione dei Thumbarinos di Gavoi
  • ore 22,00 – Beppe Dettori in concerto con “Dettori racconta Parodi”

Domenica, 4 settembre 2016:

  • ore 10.30 – Solenne Processione per le vie del villaggio con il venerato simulacro di San Salvatore. A seguire Santa Messa solenne.
  • ore 17.30  – Villaggio di San Salvatore – Santa Messa nella chiesa di San Salvatore
  • ore 18.30 – Villaggio di San Salvatore – Corsa degli Scalzi: Rientro a Cabras del simulacro di San Salvatore accompagnato da Is Curridoris, partenza da San Salvatore
  • ore 19,30 – Cabras – Spettacolo pirotecnico all’arrivo della Corsa degli Scalzi
  • ore 21,15 – Piazza Stagno – Estrazione dei biglietti della lotteria di San Salvatore 2016
  • ore 22,00 – Piazza Stagno – Francesco Sarcina in concerto
  • ore 22,30 – Piazza Stagno – Canto de is Coggius

Programma completo civile e religioso dal 25 agosto al 4 settembre 2016:

manifesto e programma della corsa degl iscalzi a cabras

Cosa fare a Cabras e dintorni:

Il Sinis è un territorio bellissimo, è la terra dei Giganti di Mont’e Prama, della Chiesa più antica della Sardegna, della grande città prima nuragica e poi fenicio-punica e romana di Tharros, della splendida spiaggia di is Arutas , dell’ Area Marina protetta della Penisola del Sinis e isola di Mal di Ventre e di quella delizia della tavola che è la Bottarga.

spiaggia-is-arutas-panoramica

Vista panoramica della spiaggia di is Arutas a Cabras (sardegnainblog.it, licenza)

Dove dormire a Cabras:

Sono tante le strutture ricettive a nostra disposizione a Cabras, tra B&B, alberghi diffusi, case vacanza e via dicendo. Controllate subito le offerte migliori nei giorni della festa e prenotate subito, prima che le offerte migliori finiscano!

Per maggiori informazioni e aggiornamenti:

Per maggiori info vi consiglio la pagina ufficiale della sagra su Facebook.

Dove si trova il villaggio di San Salvatore di Sinis, Cabras:

Segui questo blog anche su FacebookTwitter e Google+!