Scoperto giacimento diamantifero in Sardegna? Società Sudafricana pronta a ulteriori indagini!

Scoperto giacimento diamanti in Sardegna: I diamanti si sa hanno origine nel mantello della Terra, perché per crearsi hanno bisogno di una fortissima pressione, tanto che leggo su Wikipedia che pare che quelli poi ritrovati in superficie provengano da una profondità tra i 150 e i 225 km, portati in superficie dalle eruzioni vulcaniche, in una roccia contenente molta olivina, i quali danno origine ai camini diamantiferi dei giacimenti primari che hanno reso ricchi paesi come il Sud Africa.

Ma una ricerca del Prof. Gianfilippo Marcia, cattedra di geologia presso il Dipartimento di Scienze della Terra dell’ateneo Cagliaritano, non lascerebbe dubbi o quasi, i diamanti potrebbero trovarsi anche nel sottosuolo sardo, la nostra isola d’altronde ha un gran numero di antichi vulcani, dal monte Arcuentu al Montiferru, dalle trebine di Monte Arci al Monte Pelao, ma sono veramente tante le strutture vulcaniche.

La prudenza così come il riserbo sono comunque massimi in questo momento, tanto che non è stato diffuso il nome esatto della località dove i diamanti sarebbero presenti – anche se qualcuno parla della località di Tetraxius, ma è solo un’indiscrezione – . In compenso già si mormora di una società sudafricana pronta a intervenire per ulteriori indagini sul campo, in somma potremmo essere seduta su un’altra grande ricchezza (bisogna vedere se l’entità del giacimento è tale da essere economicamente conveniente).

La speranza però, lasciatemelo dire, è quella di non fare la fine di Furtei.  Per maggiori info trovate l’intero rapporto a questo link!

Segui questo blog anche su FacebookTwitter e Google+!

photo credit: StrangerThanKindness, licenza CC

loading...
Loading...
Tags:
  • Commenta adesso

    Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.