Foto della Sardegna: Passeggiate, musei e sagre di fine Inverno!

Foto della Sardegna su Instagram: Buongiorno amici della Sardegna e bentornati col nostro appuntamento di inizio settimana dedicato alle foto più belle della nostra isola pubblicate su Instagram la scorsa settimana e selezionate per noi dagli amici di Instagramers Sardegna. Vi ricordo, se volete partecipare alla selezione, di aggiungere ai vostri scatti uno dei seguenti hashtag – #igersardegna, #dafareinsardegna, #dafareaNOMECOMUNE, #sardiniaexperience, #sardegnaintavola – e di georefenziare le vostre immagini

Cominciamo con uno splendido scatto del nostro mare, sullo sfondo la monumentale isola di Tavolara – #sardiniaexperience, foto di @alexrava_photographer:

isola-tavolara

Ancora il mare del nord est della Sardegna, stavolta ecco uno splendido tramonto sull’isola di La Maddalena – #sardiniaexperience, foto di @maurocop65lmd:

tramonto-la-maddalena

Nelle nostre campagne malgrado il maltempo degli ultimi giorni si sentono già tutti i profumi della Primavera sarda, guardate che fioritura presso la chiesa campestre di Santa Maria Zuradili, in nel territorio di Marrubiu, a sud di Oristano – #sardiniaexperience, foto di @fiorenaif:

chiesa-campestre-Santa-Maria-Zuradili

Saliamo adesso nel nord ovest dell’isola, con il sito archeologico di nuraghe Corvos, costituito da una torre principale ed un bastione con due torri secondarie, siamo in territorio di Florinas, a pochi chilometri da Sassari –  #sardiniaexperience, foto di @francesco_keletzis:

nuraghe-corvos

Ritorniamo ora in Gallura, ad Arzachena, Gallura, per ammirare Tomba dei Giganti di Coddu Ecchju, risalente al 1600 -1200 a.C. è una delle più famose della Sardegna, soprattutto per via della sua stele centrale, che con i suoi 4,04 metri, è la più alta dell’intera isola. Il megalito è costruito interamente con il granito, pietra molto presente in questo territorio, che va a comporre la stele, l’esedra (le braccia laterali) e il corridoio funerario – #dafareinsardegna, #dafareaarzachena , foto di @peraloss:

Tomba-dei-Giganti-Coddu-Ecchju

Ancora Gallura, con il Museo del Banditismo (orario museo: 10-13/15,30-17,30 in estate fino alle 19 tel. 079621029), pensate che alla fine dell’ottocento erano presenti in Sardegna circa 200 latitanti. Ad Aggius in particolare, fra il 1850 e il 1856, ebbe luogo la sanguinosa faida fra i Vasa e i Mamia con il coinvolgimento di oltre 200 famiglie e decine di vittime. Ma già nel 1766 il villaggio di Aggius era stato definito “scandaloso ricovero di banditi e facinorosi” con la minaccia di distruzione mediante bombardamento da parte dell’esercito Sabaudo – #dafareinsardegna, #dafareadaggius, foto di @sardinia_island:

museo-banditismo-aggius

E’ in corso a Sassari la mostra dal titoloLessico Famigliare” – fino al fino 10 aprile 2015 – presso la Pinacoteca Mus’a, in onore delle sue zie del curatore Federico Spano, le #sorellealtara, Edina, Iride e Lavinia Altara, tre artiste sassaresi dallo straordinario talento, nate a fine ‘800. Curiosa la genesi della mostra:

Il 29 agosto 2007 la soffitta ha restituito in circostanze quantomeno misteriose un faldone pieno di fotografie, bozzetti, ritagli di riviste, lettere. Quel ritrovamento ha dato alla mia ricerca l’imput che mancava. Per settimane ho rovistato nella vecchia casa di famiglia, tirando fuori dai cassetti ricordi, foto, opere dimenticate.

#dafareasassari, foto di @federicospano e @alessandrapolo:

mostra-lessico-familiare-sassari-2

mostra-lessico-familiare-sassari

Dopo i musei le passeggiate, partiamo dalle scogliere di Balai, a Porto Torres. Tra le cose #dafareaportotorres vi suggeriamo di percorrere la pista ciclabile che costeggia il mare e che ad ogni curva, salita e discesa offre una splendida vista sulla scogliera e sul Golfo dell’Asinara – foto di @valeriofor:

scogliere-balai-porto-torres

Barche che aspettano l’estate o che, come un vecchio pescatore, riposano e basta guardando il mare. La baia di Nora, a Pula, nel sud ovest della Sardegna, è sempre una meta interessante per un fotografo – Foto di @nicomassafotografist:

baia-di-nora-pula

Sul finire dell’inverno e in attesa della primavera, malgrado il tempo instabile, anche a Cagliari è sempre tempo di passeggiate. E allora ci si può fermare su una delle panchine della passeggiata che collega il Molo Ichnusa con il porto Su Siccu, magari in compagnia di un buon libro o semplicemente per godersi lo spettacolo delle nuvole che si rincorrono. Oppure almeno con le foto, ci si può godere quell’aria frizzantina tipica di questo periodo dell’anno al Parco di Molentargius – #dafareacagliari, foto di @alessandrapolo e @nicomassafotografist:

passeggiata-dal-molo-ichnusa-a-su-siccu-a-cagliari parco-molentargius-cagliari

E adesso a passeggio tra i vicoli del centro storico di Sassari. Nel dedalo di strette vie sbucano i campanili delle chiese parrocchiali più antiche della città, nella foto vedete quello di San Sisto, chiesa menzionata per la prima volta nel 1278 e ricostruita nel 1848 – foto di @valeriofor:

campanile-chiesa-San-Sisto-sassari

Per la rubrica Sardegna in Tavola oggi parliamo di sua maestà il riccio di mare, autentica star della tavola sarda in primavera, a lui vengono dedicate tre sagre ad Alghero, Buggerru e Arbus – #dafareaalghero, #dafareinsardegna, #sardegnaintavola, #sardiniaexperience, foto di @alessandrapolo:

riccio-di-mare

Vi ricordo infine che potete seguire questo blog sui principali social: FacebookTwitterGoogle+ Instagram.

LINKS UTILI:

Wiki Loves Monuments 2014: Ecco le 10 foto più belle della Sardegna arrivate in finale!

Foto della Sardegna: Il mare è bello anche d’inverno!

Foto della Sardegna: Panorami e suggestioni di febbraio 2015

Foto della Sardegna: Tra carnevali tipici e scorci paesaggistici!

Instagram Sardegna: Panorami, scorci e gite di fine gennaio!

loading...
Loading...
  • Commenta adesso

    Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.