Instagram Sardegna: Vedute e paesaggi di fine novembre!

Instagram Sardegna: Buon lunedì e buon inizio di settimana a tutti, come sempre iniziamo in maniera soft con le migliori foto della nostra isola pubblicate negli ultimi sette giorni su Instagram, immagini selezionate dallo staff di Instagramers Sardegna tra tutti quelli taggati #igersardegna. Le prime quattro foto sono state premiate come “pics of the week“ e vogliono rappresentare la “Sardinia experience“, cioè cosa voglia dire “vivere la Sardegna“; a seguire le diverse rubriche come #cagliari2019, #postcardsfromsardinia, #dafarea… o ancora #sardegnaintavola e i tanti challenge. Quest’oggi protagonisti sono soprattutto i panorami e le vedute della Sardegna di fine novembre, le luci si fanno più basse e i colori più vivi, perché dopo il giallo dell’estate nella nostra isola i mesi invernali sono caratterizzati dal verde della macchia mediterranea e dei prati.

Cominciamo dall’ Ogliastra e da questa splendida veduta panoramica su Ulassai, incastonato tra le rocce a 775 metri s.l.m. – foto di @annamariausai:

ulassai-veduta-panoramica

Rimaniamo in Ogliastra, ma ci spostiamo ad Urzulei, dov’è possibile ammirare dei bellissimi murales, come questo! – foto di @theandreapodda:

murale-urzulei

Saltiamo adesso al Medio Campidano, vedete qui la chiesa di San Rocco a Sanluri, affacciata sulla ripida salita che conduce al convento dei Cappuccini – foto di @made71:

chiesa-san-rocco-sanluri

Questo invece è un bello scatto di Portoscuso, nel sud ovest della Sardegna, che ci presenta la torre di avvistamento spagnola fatta erigere nel 1594 a difesa dai corsari barbareschi – foto di @gina_jungle:

torre-spagnola-portoscuso

Torre costiera anche a Cagliari, siamo sul colle Sant’Elia affianco al faro più antico della Sardegna (risale al 1850); a seguire ulteriori suggestivi scatti dalla Capitale della Sardegna, a partire da una foto del Poetto di Cagliari  – presa non lontano dalla precedente – , vi ricordo anche potete anche utilizzare l’hashtag #poettoexpo15 per le vostre foto della spiaggia dei centomila, nominata spiaggia ufficiale di EXPO2015 (le più belle faranno parte di una mostra); per continuare con uno scatto del quartiere castello ove le persone ancora, per fortuna, s’incontrano; infine una notte qualsiasi dell’autunno cagliaritano, prima di arrivare al teatro civico, si apre la porta verso la parte bassa della città –  foto di @alessandrapolo e @nicomassafotografist (rispettivamente le prime due e le seconde due):

torre-costiera-calamosca-cagliari

poetto-cagliari-panorama piazza-carlo-alberto-cagliari cagliari-scorcio-centro-stroico-alla-sera

Siamo arrivati al 7° capitolo di My Cagliari2019 che questa settimana ci farà scoprire l’arte urbana delle nostre città tra disegni, colori, muri scrostati e muffe; da graffiti come “paola ti amo” a “forza cagliari“. Il narratore stavolta è @tellas222, uno degli street artist più apprezzati al mondo, che ci sfida a fotografare tutto ciò che vediamo sui muri delle nostre città (usate i tag #cagliari2019 e #sardegna2019). Ad esempio vediamo un collage – foto di @antomdcccxxi:

cagliari-2019-disegni-e-scritte-in-città murales-cagliari

Cosa fare ad Olbia? Ad esempio possiamo visitare il pozzo sacro di “Sa Testa” destinato al culto delle acque,  arrivarci è facilissimo, si trova alle porte di Olbia all’inizio della strada per Pittulongu. Oppure possiamo recarci alla basilica di San Simplicio, patrono della città e della Gallura. La chiesa è il più antico monumento religioso della Sardegna nord-orientale, scavi recenti hanno fatto emergere le fondamenta del vicino tempio romano dedicato alla Dea Cerere, famosa i per i suoi riti misterici – #dafareaolbia, foto di @valeriofor:

pozzo-sacro-sa-testa basilica-san-simplicio-olbia

Foto della chiesa di San Pietro a Zuri, frazione di Ghilarza, nell’oristanese. Un’epigrafe in facciata riporta l’anno di consacrazione, il 1291, e il nome di Anselmo da Como, l’architetto che la progettò. La curiosità più grande sta nel fatto che nel 1923 la chiesa, che sorgeva a fondo valle, venne smontata pezzo per pezzo e ricostruita sull’altura nella quale la ammiriamo oggi, al fine di permettere la costruzione del bacino artificiale del Tirso – #postcardfromsardinia, foto di @grazia_sa:

chiesa-san-pietro-zuri

Tipico paesaggio bucolico della campagna sarda – foto di @alessandrapolo:

paesaggio-sardegna

In mountain bike nel bel territorio di Padru, tra fitte foreste e guadi  di piccoli fiumi, nei quali l’acqua è fresca persino estate – #postcardfromsardinia , foto di @mtbgallura:

in-bici-nei-boschi-di-padru

Giuseppe Dessì una volta disse: “Dopo aver conosciuto Maria Carta, ancora una volta affermo che i soli grandi uomini della Sardegna sono state donne“. Ecco allora che vi suggeriamo una bella visita al Museo dedicato proprio a Maria Carta, cantautrice folk e attrice nativa di Siligo rimasta nel cuore di tutti i sardi e non solo. All’interno foto, filmati e abiti di scena – #dafareasiligo, foto di @melqart79:

maria-carta

Si è svolto nel weekend in Marmilla il Siddi Wine Festival, tutti ospiti dello chef stellato Roberto Petza per degustare  i vini di ben 76 cantine locali, nazionali e internazionali – foto di @daniela_deidda:

siddi-wine-festival-2014

Concludiamo come sempre in cucina, stavolta con un tipico piatto ogliastrino, “sa coccoi prena“. Una sfoglia di pasta lievitata racchiude all’interno un delizioso e morbido ripieno, quello dei più noti culurgiones – foto di @gimaor:

sa-coccoi-prena

Vi ricordo infine che potete seguire questo blog sui principali social: FacebookTwitterGoogle+ Instagram.

LINKS UTILI:

Wiki Loves Monuments 2014: Ecco le 10 foto più belle della Sardegna arrivate in finale!

Instagram Sardegna: Scorci novembrini e incontri particolari!

Instagram Sardegna: Scorci cittadini, mare e lagune d’autunno!

Instagram Sardegna: Racconti e gite d’Autunno!

Instagram Sardegna: Tra Torri e Nuraghi, tra Castelli Medievali e antiche Città Romane!

Instagram Sardegna: Alla scoperta delle città e di luoghi sconosciuti!

loading...
Loading...
  • Commenta adesso

    Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.