Inter-Cagliari 1-1: Pinilla e Avramov fermano i nerazzurri

Inter-Cagliari 1-1: Un Cagliari caparbio ma con i soliti problemi – oltre al pasticcio societario della settimana scorsa con gli esoneri random – e che tira in porta una sola volta in occasione del rigore, ottiene un punto d’oro in casa di un Inter in gran forma, che veniva da due belle vittorie e che ha dovuto così fermare la sua rincorsa verso i piani più alti della classifica. 

Formazioni: Il Cagliari gioca senza Capitan Conti squalificato e Pisano infortunato, nell’Inter fuori Hernanes. Lopez sceglie una formazione molto offensiva, almeno sulla carta, con due terzini tecnici e di spinta come Avelar a sinistra e Dessena sulla destra, Cossu nell’inedito ruolo di vice Conti a giocare davanti alla difesa, mentre i due interni di centrocampo sono il confermatissimo Ekdal e Vecino, trequartista gioca per la prima volta da titolare il 19enne Adryan, in attacco spazio a Pinilla con Ibarbo. Nell’Inter Milito ancora una volta preferito a Icardi.

Primo tempo: Il Cagliare parte concentrato e aggressivo, sono i rossoblù a fare la partita per buona parte del primo tempo, che si rendono pericoloso ma fanno fatica a tirare in porta, nonostante un ispiratissimo Ibarbo (voto 7). I terzini per quanto offensivi sono bloccati e non spingono mai, mentre la sorpresa più grande è la maturità di Adryan (voto 7), che corre come un forsennato, ha senso della posizione anche in fase difensiva e quando ha la palla tra i piedi non perde di lucidità. Nella seconda parte del primo tempo l’Inter si fa meno timida ma viene subito punita in contropiede, palla per Ibarbo ma Juan Jesus la prende con la mano, è rigore, ci sarebbe anche ammonizione ed espulsione visto che il giocatore era stato già ammonito, ma come dimostreranno anche gli altri arbitri della giornata con errori clamorosi a favore di Milan e Juve, la sudditanza psicologica esiste ed esisterà sempre, almeno finché non verrà punita. 1-0 meritato per il Cagliari.

Secondo tempo: La ripresa è tutta di marca nerazzurra, il Cagliari non sale quasi più e fa molta fatica non solo a passare la meta campo ma anche a uscire dalla propria area.  La mossa vincente di Mazzarri è l’entrata di Icardi un Milito, che stravolge la partita, prima la gran sponda di testa per il pareggio di Rolando, quindi altri numeri in serie, tra i quali la traversa piena presa al 90°. Nel mezzo da registrare l’uscita per infortunio sia di uno sfinito Adryan che di un ottimo  Cossu – voto 7, che prima fa in tempo a sfiorare il gol del nuovo vantaggio in una delle rare sortite rossoblù (il tiro però, per quanto pericoloso, non centra lo specchio della porta ) – e  il doppio miracolo di Avramov (voto 6,5) prima di piede e in spaccata su Palacio e quindi allungandosi in tuffo su una violentissima punizione di Guarin, ormai a tempo scaduto. A fine partita Mazzarri reclama per un rigore su Icardi, ma non ho visto le immagini, in compenso nessuno se n’è accorto in diretta, neanche i commentatori di Sky, non certo ostili all’Inter.

Cagliari che risponde quindi bene alle polemiche infrasettimanali e agli ultimi pessimi risultati, che conquista un buon punto e muove la classifica, rimanendo ancora a +5 sul quintultimo posto, il che permette di continuare a lavorare con lucidità. Per la prossima partita con l’Udinese sarà di nuovo emergenza a centrocampo vista la seconda giornata di squalifica di Conti – reo di aver mandato a quel paese un arbitro insulso che nella partita contro il Livorno aveva palesemente provocato a ripetizione prima Nené, poi Cossu, poi lo stesso Capitano – e il giallo preso ieri in maniera ingenua da Ekdal che era in diffida. Ma il problema di Lopez deve essere solo uno, trovare un modo per far tirare maggiormente in porta la squadra, altrimenti sarà dura vincere e fare punti pesanti.

Segui questo blog su FacebookTwitter e Google+!

INTERVISTE, PAGELLE E SINTESI:

Inter Cagliari 1-1: Video sintesi della partita

Lopez: “Ho ritrovato la mia squadra”

Pinilla: “Risultato fondamentale”

Ibarbo: “Continuiamo così”

Murru: “Il 2-1 ci ha tagliato le gambe”

loading...
Loading...
  • Commenta adesso

    Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.