Trenino Verde a Rischio, a Seui i Binari ancora nel vuoto dopo l’Alluvione

Trenino Verde a Rischio: Non mi piace parlare di brutte notizie, ma il rischio che la stagione turistica del trenino verde parta in ritardo o non parta affatto – almeno sulla linea tra Mandas e Arbatax – è concreta. Tra i danni provocati dal ciclone Cleopatra che lo scorso novembre mise sott’acqua mezza Sardegna, ci sono infatti anche i binari a scartamento ridotto di una delle linee ferroviarie turistiche più belle al mondo. Accade così che a su Farinegu, alla periferia di Seui, come riportato oggi da L’Unione Sarda, i binari corrano per 10 metri sospesi nel vuoto.

La cosa assurda è che per la manutenzione ordinaria del percorso sono vincolati 17 milioni di euro per il triennio 2014-16 mentre questi sono considerati lavori straordinari, senza considerare il rimpallo di responsabilità tra il Comune (che rimprovera all’azienda la scarsa manutenzione) e l‘ANAS (che rimprovera al Comune delle opere di urbanizzazione, prive di un sistema di raccolta e smaltimento delle acque piovane), con i due enti che si dicono disposti a collaborare e che presto dovrebbero incontrarsi. Speriamo bene perché la Sardegna non può perdere nessuna tratta del suo trenino verde, che dovrebbe essere uno dei volani in grado di frenare l’esodo dai paesi dell’interno verso le città costiere. E proprio lungo il percorso del trenino verde in Ogliastra si trovano paesi – come Ussassai – a forte rischio di scomparsa come emerso dalla recente  indagine del Centro regionale di programmazione ( in collaborazione con l’Università di Cagliari).

Vi terrò aggiornati!

Segui questo blog su FacebookTwitter e Google+!

photo credit: Ogliastra via photopin cc

loading...
Loading...