Porto Giunco, tutto sulla splendida spiaggia di Villasimius!

Porto Giunco, spiaggia di Villasimius, in Sardegna: Oggi torniamo a parlare delle spiagge più belle della nostra splendida terra, scendiamo lungo la costa sud est della Sardegna, fino ad arrivare a Villasimius, una delle mete turistiche più famose e rinomate dell’ intero Mediterraneo. La nostra attenzione si rivolge in particolare alla spiaggia del Giunco, o Porto Giunco, o Notteri, o spiaggia dei due mari. Proprio quest’ultimo termine la descrive forse al meglio, una lunga striscia di sabbia separa infatti il mare dal retrostante stagno salato di Notteri, dove è assai facile ammirare, assai vicini, i fenicotteri rosa.

La Spiaggia di Porto Giunco o dei due mari a Villasimius:

La spiaggia del Giunco è davvero bella, tra le più belle dell’isola, assai lunga e larga, la sabbia finissima e bianchissima, ma con sfumature rosate – dovute all’erosione dei graniti della zona – più evidenti in riva al mare. La spiaggia pur essendo per larghi tratti libera, gode di numerosi servizilettini, amache e ombrelloni in paglia d’Africa, lettini galleggianti, noleggio natanti, talassoterapia, sabbiature, passerelle per l’accesso di chi ha difficoltà motorie, diversamente abili e non solo.

spiaggia-porto-giunco-villasimius

Porto Giunco a Villasimius, ecco le incredibili trasparenze del suo mare!

Presenti anche chioschi e punti di ristoro (gelati, snack, sandwich e bevande fresche), nonché il servizio di salvamento a mare, benché la spiaggia sia per sua natura assai adatta ai bambini, il fondale infatti è sabbioso e degrada molto dolcemente, si può camminare per decine e decine di metri, con l’acqua ancora bassa e circondati da piccoli pesciolini. La spiaggia è amatissima dai sub, dagli amanti del diving e dello snorkeling, essa infatti è prossima all’ Area Marina Protetta di Capo Carbonara.

spiaggia-del-giunco-sardegna

Ancora trasparenze presso la spiaggia del Giunco di Villasimius, neanche il passaggio di una nuvola ne offusca la trasparenza! Foto di Alfonso Pierantonio (CC BY-SA 2.0)

La Caletta di Porto Giunco:

Il mare gode di tutti i toni dell’azzurro e di tante sfumature dal turchese al verde smeraldo, ma la sua unicità sta nella pulizia e trasparenza dell’acqua, che rimane evidente e cristallina anche quando soffia il vento e c’è un po’ di onda. La spiaggia che è molto amata dai surfer, proprio perché tende ad essere ventosa, benché protetta da Maestrale. Quando tira vento si consiglia di rifugiarsi nell’insenatura a sud della spiaggia, che crea un piccola piscina naturale con l’acqua sempre calma. La spiaggetta, meglio nota come Caletta di Porto Giunco, si trova proprio sotto la torre di avvistamento, che specie alla mattina presto o all’imbrunire può essere una meta interessante per una splendida passeggiata tra le essenze e i colori della macchia Mediterranea. Una volta arrivati si può godere di uno splendido panorama sia sulla costa sottostante che sull’intera Villasimius.

La Torre di Porto Giunco:

La torre di Porto Giunco fa parte del sistema di oltre cento torri costiere difensive edificate dagli spagnoli tra XVI° e XVII° secolo sui promontori delle coste della Sardegna, con lo scopo di avvistare i navigli dei pirati Saraceni provenienti dal nord Africa. La torre di Porto Giunco in particolare, classificata di media grandezza coi sui 9 metri di altezza (manca però l’originaria volta a cupola), venne edificata nel 1578 utilizzando il granito locale, sul versante est del promontorio di capo Carbonara, a 50 metri sul livello del mare. Il suo profilo si staglia così sulla sottostante spiaggia di porto Giunco e sullo stagno di Notteri. E’ raggiungibile a piedi – come detto – dalla caletta di porto Giunco, oppure in auto dal versante di Capo Carbonara.

Luca-Tamagnini-Libro-Fotografico-Sardegna-Mari-e-Coste-Villasimius--9

Fenicotteri in volo su Notteri, sullo sfondo la Torre costiera – Foto di Luca Tamagnini

Lo Stagno di Notteri:

Lo stagno di Notteri si estende su una superficie di 34 ettari e raggiunge al massimo il mezzo metro di profondità. Nacque grazie ai sedimenti portati dalle correnti che pian piano unirono la terraferma all’antica isoletta di Punta Santo Stefano con un doppio cordone di sabbia, che racchiuse così una porzione di mare. Lo stagno ha nuovi apporti solo dalle piogge, per questo in estate tende a prosciugarsi e le sue acque hanno un’elevata salinità, fattore che permette il prosperare dei piccoli crostacei dei quali si nutre il fenicottero rosa che infatti è facilmente osservabile a pochi passi dagli ombrelloni. Dal punto di vista cromatico è particolarmente suggestivo il contrasto tra le sfumature del mare e quelle interne alla laguna, specie al tramonto, quando il tutto si tinge di svariate sfumature che vanno dall’arancio al rosa, al rosso.

Luca-Tamagnini-Libro-Fotografico-Sardegna-Mari-e-Coste-Villasimius--11

Tramonto a Porto Giunco, foto di Luca Tamagnini

La spiaggia al Tramonto:

A proposito di tramonto, il calare del sole non significa che in spiaggia non ci sia più vita, anzi… all’imbrunire i chioschi offrono musica e aperitivi, accompagnando locali e turisti fino a notte tarda con musica, balli, animazione e tanto divertimento. Non per nulla Villasimius è una delle mete balneari italiane più amate dai single.

Video di Porto Giunco, Sardegna:

Altre spiagge di Villasimius: Simius e Timi Ama:

La parte nord della spiaggia del Giunco è anche detta Timia Ama, li dove gli scogli danno forma a una sirena, secondo la leggenda infatti il suo canto incantava i pescatori  che avevano “paura (timi)” di “amare (ama)”. Poco oltre ecco la pur bella spiaggia di Simius, la spiaggia principale di Villasimius, anch’essa lunga, larga e con tanti servizi. Da segnalare ancora più a nord l’incantevole spiaggia di Punta Molentis (che rientra a pieno titolo nell’area marina protetta) e a sud, proseguendo lungo Capo Carbonara, le cave Usai, con tanti punti fantastici per tuffi mozzafiato. Mai sentito parlare dello scoglio di Acapulco? Per esplorare Villasimius, anche da cosa, noi vi consigliamo questo splendido volume fotografico.

Porto Giunco, residence ed hotel: 

Vicino alla spiaggia del giunco c’è un’ ampia scelta di hotel e residence, anche direttamente sul mare, oltre che di B&B e seconde case, non mancano i ristoranti che assieme ai chioschi sulla spiaggia e ai locali del centro contraddistinguono la vita notturna di Villasimius.

timiama-villasimiu

Pullman Timi Ama Sardegna, da booking (anche la foto copertina è loro)

Porto Giunco, come arrivare e dove parcheggiare:

Vedete nella cartina qui sotto nella spiaggia di Porco Giunco a Villasimius, i parcheggientrambi a pagamento – si trovano alla doppia estremità della spiaggia, uno a nord e uno a sud. Quello a nord è forse più comodo se si è molto carichi, ma si consiglia di arrivare presto in alta stagione perché i posti disponibili terminano velocemente.

ALTRE SPIAGGE DELLA ZONA:

Spiagge Muravera Sardegna: Ecco cartina e foto, Costa Rei ma non solo!

Tiliguerta Dog Beach a Muravera tra le migliori 5 spiagge per cani di tutta Italia!

Segui questo blog anche su FacebookTwitter e Google+!

Foto copertina di nicolasvadilonga – cc

loading...
Loading...
  • Commenta adesso

    Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.