Cagliari Capitale Europea della Cultura 2019: Online il Sito ufficiale!

Cagliari Capitale Europea della Cultura 2019: E’ stato presentato ieri dal Comune di Cagliari –  presenti anche i sindaci dell’area vasta, istituzioni, enti e Università – il sito ufficiale di supporto alla candidatura della città di Cagliari quale “Città Europea della Cultura”, anno nel quale l’importante manifestazione spetterà all’ Italia. La Capitale della Sardegna ha già superato la prima scrematura e adesso se la vedrà con altre 5 città (inorigine erano 21): Lecce, Matera, Perugia, Ravenna, Siena. Raggiante il Sindaco Zedda al quale viene attribuito dagli organi di stampa un grande ottimismo, pare che Cagliari se la veda infatti solo con Matera per la vittoria finale, non c’è che da incrociare le dita da un lato e rimboccarsi le maniche dall’altro. D’altronde uno degli slogan ben presenti anche sul neonato sito è “Partecipa! Costruiamo assieme la città futura“. Che poi è uno dei punti di forza che ha permesso alla nostra città di superare il taglio, con questa motivazione 

La Commissione ha ammirato l’approccio e l’impegno mostrato nell’ audizione nonché la spinta a consegnare una candidatura di successo. Il dossier di candidatura tratteggia in modo chiaro gli obiettivi del programma e si concentra sui risultati che la città vuole raggiungere, rafforzando la cooperazione nel campo della cultura e promuovendo il dialogo costante a livello europeo.
La Commissione ha accolto con favore la struttura di governance per la sua capacità amministrativa di mettere in atto gli eventi futuri. E’ evidente l’impegno nel coinvolgimento attivo dei cittadini e degli operatori culturali per lo sviluppo del progetto. La Commissione ha notato diversi e positivi modi di declinare la dimensione europea , tra i quali lavorare e imparare da altre città europee insulari e l’uso della lingua sarda in una Europa delle lingue minoritarie. La Commissione ha osservato le EuCho – aree di creazione culturale e la loro evoluzione nel periodo 2014-2019 come un modello interessante per la promozione della mobilità transnazionale delle persone che lavorano nel settore culturale. I progetti delineati nel dossier di candidatura hanno mostrato una vasta gamma di partner europei . La Commissione ha apprezzato la politica orientata ai processi decisionali condivisi e il suo utilizzo nello sviluppo del programma Capitale Europea della Cultura“.

I prossimi passi: Il dossier di candidatura definitivo dovrà essere presentato entro luglio 2014, mentre la decisione finale della Commissione di Valutazione è attesa per l’ultimo trimestre del 2014, insomma, per fine anno.

Programma attività culturali. Si è però già cominciato a organizzare tante attività in linea  con lo spirito del progetto di candidatura. Eventi sui quali potete rimanere aggiornati direttamente sul sito ufficiale, oppure man mano anche su questo blog, ma vediamo subito i prossimi appuntamenti:

  • 6 Marzo 2014 – Inaugurazione dello spazio “Cagliari-Sardegna 2019” –  ideato e progettato insieme al Dipartimento di ingegneria Civile, Ambientale e Architettura (DICAAR) – nel centro culturale Ghetto degli Ebrei. Si tratta di un laboratorio urbano volutamente “aperto”, in cui verranno messi in scena i contenuti della candidatura, perché questi possano divenire la base su cui cominciare il processo di scrittura condivisa del percorso che ci porterà all’ultima fase della selezione internazionale. In questo spazio in divenire, infatti, i nostri territori e le loro storie, diventeranno oggetto di confronto e riflessione collettiva attraverso momenti di animazione, workshop, laboratori e incontri pubblici.
  • 14 Marzo 2014 –   Inaugurazione della mostra partecipata “Quando tutto era sotto casa” – Presso i locali del Search e  dedicata a un settore importante della storia cittadina, quello del commercio.
    L’esposizione di documenti, fotografie, oggetti e materiali diversi, reperiti negli archivi storici e/o dati in prestito dagli stessi commercianti, potrà contribuire a rievocare il mondo delle attività commerciali che hanno operato ed ancora operano in città e delle presenze europee che dalla metà dell’800 hanno ridisegnato in molti settori i gusti e le abitudini di Cagliari. L’intento è anche quello di stimolare il dibattito, la riflessione e l’incubazione di idee e progetti, rivolti ad affrontare le sfide del mercato globale di oggi.
  • Marzo e Aprile 2014 – Nei mesi di marzo e aprile, si svolgerà la nuova residenza d’artista dei Musei Civici, che rappresenta un prototipo di Eucho (European Cultural Home), elemento cruciale della candidatura. Dopo la prima esperienza di residenza che ha attivato un processo di rilettura collettiva del quartiere di Sant’Elia con il progetto Piccolo Caos – Sant’Elia Viva! di Marinella Senatore, quest’anno ospiti dalla città saranno una coppia di artisti della fotografia di rilievo internazionale: Vanessa Winship e George Georgiou.

Inutile dire quale vantaggi potrebbe portare per la città di Cagliari venire riconosciuta a livello Europeo quale capitale culturale di tutta l’Europa per un intero anno, in termini culturali e turistici, ma anche per la fiducia e l’autostima di noi sardi.

Segui questo blog anche su FacebookTwitter e Google+!

loading...
Loading...
    1. Pingback: Instagram Sardegna: Coppe, sport e cultura! 17 febbraio 2014

    Commenta adesso

    Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.