Le 10 cose da fare ad Arzachena e in Costa Smeralda!

Le 10 cose da fare ad Arzachena e in Costa Smeralda: E’ arrivate l’estate, siamo pronti per le vacanze, destinazione Arzachena, Gallura, nel nord est della Sardegna, nel cui territorio si trova anche la Costa Smeralda. Ma a parte lo splendido mare e le incantevoli spiagge, che fare e cosa visitare? Eccovi qualche consiglio, prima con la top 10 delle cose imperdibili da fare ad Arzachena secondo la brochure turistica del comune, quindi consultando le classifiche di TripAdvisor e PaesiOnline.

Le 10 attrazioni da non perdere ad Arzachena e in Costa Smeralda (e dintorni):

  1. Nuraghe e villaggio di La Prisgiona, in località di Capichera. L’insediamento risale al periodo compreso tra il XIV secolo a. C. ed il IX secolo a.C. e comprende un nuraghe complesso del tipo così detto a tholos, ossia con copertura a falsa cupola, e un villaggio di circa 100 capanne ancora in parte da scavare e indagare. Qui la pagina Facebook dedicata alle visite al monumento.

    nuraghe-la-prisgiona-arzachena

    Complesso nuragico di La Sprigiona ad Arzachena – photo credit: Pagina Facebook dell’area archeologica

  2. Tomba dei giganti di Coddu Ecchju: Il nome ha alimentato la leggenda che narra di abitanti di imponente statura. In realtà le tombe sono dei sepolcri collettivi – almeno secondo l’archeologia ufficiale, è probabile che i sedili lungo l’esedra fungessero da incubatrici, sorte di centri per la guarigione insomma – realizzati in due momenti storici: ad una prima tomba a galleria (1800 – 1600 a.C.) fu aggiunta l’esedra con la grande stele centrale che attesta la peculiare ed esclusiva rielaborazione nuragica della allée couverte, tipica del megalitismo europeo.

    tomba-dei-giganti-coddu-vecchju

    Tomba dei giganti di Coddu Vecchiu ad Arzachena– photo credit: Arzachena (OT), 2014, Tomba dei Giganti Coddu Vecchiu. via photopin (license)

  3. Strada panoramica di Micalosu: La strada collega Arzachena al litorale di Cannigione – La Conia attraverso l’altura di Micalosu. Tra rocce scolpite dal vento, vigneti e incantevoli tappeti di ginestre profumate si può ammirare Cannigione e l’area protetta dello stagno di Saloni da un lato e l’imboccatura del Golfo di Arzachena e l’arcipelago di La Maddalena dall’altro.
  4. Piazza Risorgimento e chiesa di Santa Maria della Neve: Come per molti paesi galluresi, all’origine della cittadina c’è la presenza della settecentesca chiesa campestre di Santa Maria Maggiore, attualmente dedicata a Santa Maria della Neve (lo ammetto nome un po’ curioso per una località sulla costa). Nel 1776, attorno alla chiesa, per volontà di Carlo Emanuele Filiberto, di Vittorio Amedeo III di Savoia e del Vescovo Monsignor Francesco Guiso, prende forma il centro abitato dell’attuale Arzachena. In piazza Risorgimento si svolgono la gran parte degli eventi all’aperto dell’Estate di Arzachena.

    piazza-risorgimento-arzachena

    Piazza Risorgimento ad Arzachena – photo credit: Alessandro Vecchi, licenza: Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported

  5. Tempietto Nuragico di Malchittu: Risale al periodo compreso tra il XVI e il XIV secolo a.C. (età del Bronzo Medio) e appartiene alla tipologia dei templi nuragici a megaron – una tipologia di costruzione invero piuttosto rara tra i nuragici – , seppur con delle peculiarità. Il tempio è un edificio sacro ed è parte di un complesso che comprende una capanna di notevoli dimensioni, un nuraghe e diverse sepolture in tafone. Trovate su Wikipedia maggiori info.

    Arzachena-Tempietto-di-Malchittu

    Tempietto di Malchittu ad Arzachena
    photo credit: Stahlkocher, licenza: Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported

  6. Piazzetta di Porto Cervo: Cuore della Costa Smeralda la piazzetta è il simbolo del villaggio costruito dal principe Karim Aga Khan negli anni 60. Da quel momento è divenuta meta del turismo internazionale e dei personaggi celebri che da sempre la frequentano. Con le sue boutique raffinate, i ristoranti rinomati e la spettacolare vista sul porto vecchio è il punto di partenza per scoprire l’intero borgo. Anche Questa’anno di fronte al porto è stato innalzato il Prestige Village Harrods, per una passeggiata nel lusso.

    piazzetta-porto-cervo

    Piazzetta di Porto Cervo – photo credit: Trovata su numerosi siti senza informazioni su autore o licenza d’uso. Nel caso contattatemi.

  7. Roccia del Fungo: Conosciuta in dialetto gallurese come Monti Incappiddatu, questa roccia naturalmente modellata dal tempo, dalla pioggia e dal vento è simbolo di Arzachena. Qui, fin dalla preistoria, trovarono rifugio le prime popolazioni locali. I ritrovamenti ai piedi di questo monte risalgono al periodo del Neolitico (3500 a.C.). In epoca romana la zona prese il nome di Turubulus Maior (fungo grande). Per ammirarlo basta una passeggiata nel centro storico attraverso via Limbara.

    roccia-del-fungo-ad-arzachena

    Roccia del fungo ad Arzachena – photo credit: Arzachena (OT), 2014, Roccia monumentale “Il Fungo”. via photopin (license)

  8. Piazzetta di Baia Sardinia: Nata negli anni 60, è chiamata piazzetta Due Vele in onore della grande scultura posta al centro del caratteristico viale in cotto e granito che da sempre è il cuore del borgo. Negozi, bar, ristoranti si affacciano sulla magnifica terrazza alle spalle della bianca spiaggia di Cala Battistoni.
  9. Capo Ferro: Uno splendido punto di osservazione che si affaccia sull’arcipelago di La Maddalena e sull’area marina del santuario dei cetacei Pelagos. Un’escursione qui è d’obbligo per ammirare le scogliere a picco sul mare e, se siete fortunati, vedere dal vivo i delfini che nuotano tra le barche a vela più prestigiose del mondo impegnate nelle tradizionali regate estive.
  10. Monte Moro: Si raggiunge passando per la località Santa Teresina, lungo la strada Arzachena-Porto Cervo, attraverso un percorso in parte asfaltato e in parte sterrato. Dalla sommità del promontorio è possibile ammirare un incredibile panorama che si spinge a Nord verso la Corsica meridionale, oltre le Bocche di Bonifacio, e a sud verso lo splendido promontorio di Capo Figari e l’Isola di Tavolara.
  11. Borgo di San Pantaleo (fuori classifica): Non rientra nel territorio della Costa Smeralda, ne in quello di Arzachena, ma a grande richiesta inserisco il famoso borgo frazione di Olbia, divenuto da anni luogo di residenza di tanti artisti di provenienza internazionale – pittori, decoratori, scultori – , in una sorta di bohème fuori dal tempo assai informale. Una visita al suo mercatino è una delle cose da fare se passate le vacanze nel nord est della Sardegna.

Le 10 cose più interessanti da fare ad Arzachena e Costa Smeralda secondo TripAdvisor:

Su TripAdvisor in grande evidenza le spiagge della zona e tutte le attività che ruotano attorno al mare, interessante l’inserimento delle Vigne Surrau, per una vacanza alla scoperta dei sapori e dei vini della Gallura.

  1. Spiaggia Capriccioli,
  2. Nuraghe la Prisgiona,
  3. Immersioni e snorkeling,
  4. Liscia Ruja,
  5. Spiaggia del Principe,
  6. Spiaggia La Celvia,
  7. Golfo di Arzachena,
  8. Giri in barca,
  9. Vigne Surrau,
  10. Spiaggia Mannena (Spiaggia Barca Bruciata).

spiaggia-li-coggj-arzachena

I 10 luoghi da visitare ad Arzachena e Costa Smeralda secondo PaesiOnline:

Su Paesi Online svetta invece l’Acquadream, ma viene citato anche il Billionaire, maggiore attenzione quindi verso il divertimento e la vita notturna.

  1. Acquadream,
  2. Cannigione,
  3. Centro storico,
  4. Liscia Ruja (spiaggia),
  5. Perta Ruja (spiaggia),
  6. Razza di Giunco (spiaggia),
  7. Abbiadori (spiaggia),
  8. Baia Sardinia,
  9. Billionaire Club,
  10. Cala Arena Bianca (spiaggia).

Ovviamente siamo apertissimi ai vostri suggerimenti, diteci pure cosa manca in classifica e cosa è assolutamente da vedere ad Arzachena secondo la vostra esperienza!

Segui questo blog anche su FacebookTwitterGoogle+.

loading...
Loading...
  • Commenta adesso

    Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.