Crema Catalana

Ricetta della Crema Catalana: Torna come ogni weekend l’appuntamento con le ricette tipiche della Sardegna, la nostra isola essendo al centro del Mediterraneo ha subito nei millenni le più svariate influenze, piatti, ricette e fragranze hanno infatti raggiunto le nostre rive da tutto il Mare Nostrum… e non solo. Non vi stupirà perciò se oggi impareremo a preparare la Crema Catalana!

Le origini della crema catalana non sono chiarissime, c’è chi ritiene infatti che provenga dall’Inghilterra, dove una crema simile veniva preparata presso il college di Cambridge, mentre gli spagnoli sono sicuri circa l’origine catalana di questo dolce, che considerano essere l’antenato della crème brûlée francese (che a differenza della crema catalana non viene cotta sul fuoco, ma a bagnomaria). Di sicuro si sa che la crema catalana comparve per la prima volta nel ricettario medievaleLibro de Siendo Soví” e che pare sia un’evoluzione della crema pasticcera già nota al tempo dei dei romani parecchi secoli prima di Cristo (il che spiegherebbe la comparsa secoli dopo in diversi luoghi dell’ex-Impero).

Curiosa è semmai la leggenda che accompagna la nascita di questo dolce, vogliono infatti i catalani che le suore di un convento crearono un budino in occasione della visita del vescovo, ma essendo troppo liquido vi aggiunsero lo zucchero caramellato. Servita ancora calda il vescovo si scottò urlando “cremaaaaa”,  che in Catalano vuol dire sia “crema” che “brucia“, di qui il nome di “crema cremada” con il quale è anche noto questo dolce. Di sicuro in Sardegna la portarono proprio i Catalani, che ad Alghero impiantarono una vera e propria colonia e dove ancora si parla il Catalano.

Ed allora ecco a voi la ricetta dello chef dell’Osteria Macchiavello di Alghero, come raccolta dagli amici di Instagramers Sardegna (la foto è di @alessandrapolo), per circa 10 dessert.

Ingredienti:

  • 12 tuorli
  • 300 g zucchero semolato
  • 80 g maizena (amido di mais)
  • 3 stecche di cannella
  • la scorza grattugiata di 2 arance
  • 1,5 litri di latte intero
  • zucchero di canna per caramellare la superficie

Preparazione:

Mettete a bollire il latte con metà dello zucchero semolato, la cannella e la scorza delle arance tenendo da parte un po’ di latte da diluire con la maizena.

Frullate quindi i tuorli con l’altra metà dello zucchero e la maizena diluita. Incorporare il latte bollente e filtrato e riportare a bollore a fuoco lento.

Una volta che la crema si sarà addensata versatela nelle ciotole e quindi fattela riposare in frigo per qualche ora.

Prima di servire spargere lo zucchero di canna sulla superficie e caramellare con il cannello (una sorta di pistola per bruciare e caramellare lo zucchero che si può acquistare tranquillamente anche online).

Ecco la crema catalana ormai pronta:

crema-catalana-ricetta

Sulle quantità di zucchero c’è anche chi lo mette a occhio, dipende anche dall’esperienza di chi cucina. A me ad esempio hanno consigliato di mettere un cucchiaio e mezzo di zucchero per ogni uovo. Di solito poi compare il limone al posto dell’arancia, ma è questione di gusti personali, così pure gli aromi, vedete voi quanta cannella mettere e se metterla. Ancora, per una crema un po’ più corposa si può sostituire parzialmente il latte con panna fresca.

Segui questo blog su FacebookTwitterGoogle+.

——————————

Inviaci adesso la tua ricetta:

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

 

loading...
Loading...
  • Commenta adesso

    Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.