Dinamo Sassari batte Reggio Emilia: Scudetto e Triplete!

Dinamo Sassari, Scudetto e Triplete: E’ stata una gara 7 degna dell’intera serie della finale, una gara tiratissima, giocata sul filo dei nervi, un grande spettacolo per tutti gli amanti del basket, ma alla fine ce l’ha fatta la Dinamo, la squadra di Sassari espugna Reggio 73 a 75 e vince lo Scudetto 2014/2015 facendo nel contempo triplete, dopo aver già vinto Supercoppa Italiana e Coppa Italia (quest’ultima per due anni di fila peraltro). E’ il trionfo di Meo Sacchetti e del presidente Sardara, è il trionfo del genio e della sregolatezza degli americani della Dinamo, contro l’organizzazione difensiva e il cuore di Reggio Emilia, per uno scudetto che verrà ricordato negli annali!

La partita, inizio da incubo e il gran finale:

La Dinamo famosa per gli inizi partita travolgenti a Reggio ha le gambe molli, è successo in tutte le gare della serie, ieri come non mai, 21-4 per Reggio al primo quarto, per Sassari di 2 su 13 dal campo e le 10 palle perse, ma la squadra sarda viene dominata anche a rimbalzo, un disastro. Eppure la Dinamo non esce completamente dall’incontro, nel secondo quarto si riavvicina punto dopo punto, con alti e bassi, ma riesce a chiudere la metà partita sotto solo di 6.

Da quel momento inizia la battaglia vera, soprattutto psicologica, nell’ultimo quarto Sassari sembra averne di più forse mentalmente forse fisicamente, di sicuro quando il gioco si fa duro Dyson comincia a giocare: penetrazioni, tabelloni, falli, palle recuperate. L’americano della Dinamo fa vedere tutto il repertorio e soprattutto segna, segna tanto, come in gara 6. E allora ecco che a 3 minuti dalla fine proprio una penetrazione di Dyson firma il sorpasso, un canestro di tabella a due minuti dal termine firma il +4, mette persino dentro i due tiri liberi decisivi a dieci secondi dal termine, nonostante Sassari tiri da schifo dalla lunetta durante tutta la serie. Reggio ha ancora un attacco, un tiro da due per i supplementari, da tre per la vittoria, ma non ce la fa, la Dinamo è Campione d’Italia per la prima volta nella storia, il pubblico impazzisce davanti ai maxischermi di tutta la Sardegna, caroselli per le vie di Sassari è vittoria, vittoria, vittoria!

Una vittoria targata soprattutto Lawal, che non per nulla andrà al Barcellona, SandersLogan e Dyson, mettiamoci pure Sosa, che nel finale litiga con un tifoso e si becca un fallo tecnico. Un grande grazie però va a coach Meo Sacchetti, che vice lo Scudetto che gli era mancato da giocatore, è stata una grande serata per la Dinamo, per la Sardegna e per il basket.

Arrivano i complimenti del Premier Renzi e dei tifosi avversari:

Ma io voglio chiudere con uno dei tanti commenti giunti dai tifosi di Reggio sulla pagina della Dinamo:

Dalla provincia di Reggio Emilia: vi scrivo con gli occhi gonfi, perché anche io avrei voluto fare festa questa sera come state facendo voi ora, in casa nostra. Gli occhi gonfi perché troppe volte potevamo chiudere ed invece abbiamo sprecato tutto. Gonfi perché ho visto le più belle gare di un bellissimo sport che grazie a queste finali ha fatto scendere in piazza migliaia di persone. Una bella immagine di sport sano ed una bella immagine per l’Italia e le nostre due province. A mente fredda, avete meritato più voi che noi, voi non avete mai mollato, noi ci abbiamo provato ma in un modo o nell’altro avete sempre trovato il modo di riprenderci e bastonarci. Mi vergogno del tifoso reggiano sceso in campo. Non dobbiamo avere rimpianti per infortuni, sfortune e decisioni arbitrali. L’unico rimpianto è non aver vinto. Ci si ricorda solo dei vincitori. Questa sconfitta la patiremo a lungo. È stato bello giocare con voi.

E sotto via allo scambio di complimenti e virtuali pacchi sulle spalle tra tifosi, questo è il basket!

Questo è invece l’omaggio della Lega Basket fa alla Dinamo Campione d’Italia, il video dei play off e dello Scudetto si Sassari:

Segui questo blog anche su FacebookTwitter e Google+!

photo credit: Legabasket Serie A

loading...
Loading...
  • Commenta adesso

    Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.